Programma Erasmus+

Azione Chiave 1- Mobilità individuale nel settore dell'istruzione e della formazione (KA1 VET).

Progetto EUROEXP 2019 –  n. 2019-1-IT01-KA116-007115; CUP G28H19000120006

Consorzio Carta Mobilità n. 2015-1-IT01-KA109-004889

I.S.I.S.S. “CERLETTI” - Conegliano (TV) coordinatore di consorzio;  

I.S.I.S.S. "DA COLLO” - Conegliano (TV)

I.P.S.S.A.R. "BELTRAME” - Vittorio Veneto (TV)

I.I.S. "VITTORIO VENETO” Città della Vittoria - Vittorio Veneto (TV)

 

Sito web di progetto: www.progettoeuroexp.it

 

  1. borse per annualità:

anno approvazione progetto

n. mobilità learner

n. mobilità staff

2016

90

6

2017

95

6

2018

100

7

2019

100

8

2020

100

8

 

Presentazione del progetto

Il progetto è annualmente presentato dall’ “I.I.S.S. CERLETTI”, coordinatore del consorzio di mobilità.

Il consorzio ha ricevuto nel 2015 l’importante riconoscimento della Carta della Mobilità Erasmus+, assegnata dalla Agenzia nazionale Erasmus+ su una dura selezione che ha riguardato la qualità dei progetti di mobilità precedentemente realizzati (almeno tre conclusi), ma anche la strategia di internazionalizzazione delle singole scuole. Infatti la Carta della Mobilità da un lato favorirà la mobilità per i partecipanti di queste scuole fino al 2021 (per il progetto approvato nel corso del 2020), nel contempo richiede un impegno progressivo ad accentuare la ricaduta della mobilità verso azioni che comportino lo sviluppo del piano europeo. Nel programma è prevista annualmente anche la mobilità dello Staff per effettuare una esperienza di apprendimento in contesto estero che abbia una ricaduta sulla scuola e che possa anche essere condivisa nel consorzio e anche al di fuori dello stesso.

 Nel corso del 2019 l’Agenzia Nazionale ha valutato molto positivamente il Rapporto Intermedio ed altrettanto positivo esito ha avuto la Visita di monitoraggio da parte di rappresentanti della A.N. Inapp.

Il progetto EUROEXP 2019 – n. 2019-1-IT01-KA116-007115; CUP G28H19000120006 prevede 8 mobilità staff (formazione sulla metodologia CLIL), 97 mobilità di 5 settimane per gli studenti a conclusione della classe quarta (stage aziendale preceduto da una fase di preparazione all’estero e in Italia) e 3 mobilità long term di tre mesi per neodiplomati. I paesi di destinazione per i learner sono: Regno Unito, Repubblica Ceca, Slovenia, Spagna, Francia, Germania; per lo Staff: Regno Unito.

I learner riceveranno l’Europass Mobilità che documenta l’esperienza aziendale all’estero e le competenze acquisite.

Per i giovani, nel quadro di un contesto economico che ha un forte export di prodotti di qualità e che contemporaneamente attrae turismo estero per una rilevante quota del mercato, la mobilità è importante per effettuare apprendimenti professionali in contesti nuovi e differenti rispetto al laboratorio scolastico o all’azienda locale, per sviluppare conoscenze linguistiche, per sperimentare realtà lavorative diverse per tecnologie, mission, organizzazione del lavoro. L’esperienza è rivolta a sviluppare sia competenze professionali di indirizzo che competenze trasversali: stimolerà la riflessione, la curiosità, il desiderio di apprendere; promuoverà e incrementerà l’adattabilità e la flessibilità, l’autonomia, la capacità di lavorare in team. L’esperienza in un contesto internazionale e non noto sarà anche occasione importante per sviluppare capacità relazionali, apertura interculturale e responsabilità personale, caratteristiche necessarie per potersi inserire nel mercato del lavoro.

Il partenariato estero costituisce una rete storica, con ampliamenti progressivi per lo sviluppo del piano europeo. Si tratta di enti di accoglienza e istituzioni formative con cui sono state elaborate buone prassi, sperimentate procedure Ecvet, e realizzati con successo i precedenti progetti.

PREPARAZIONE

La preparazione dei partecipanti alla mobilità costituisce un elemento fondamentale per il successo del progetto, dopo una accurata selezione. Il possesso del requisito di una adeguata competenza comunicativa nella lingua di destinazione (o l’inglese come lingua intermediaria) sarà promosso sia nei programmi curricolari sia attraverso una sensibilizzazione dei partecipanti verso l’impegno e l’autoformazione, ma anche offrendo percorsi di rafforzamento linguistico. Verranno attivati i percorsi di formazione on line (OLS) messi a disposizione nell’ambito del programma ERASMUS+. Una funzione centrale è data dalla preparazione pedagogica alla mobilità e allo stage, attraverso la delineazione del Progetto Formativo guidato dal tutor scolastico, in attività in gruppo e individualizzate, il cui scopo è di consapevolizzare lo studente su motivazioni e aspettative e sulla propria capacità di attivare risorse personali. La definizione di aspettative realistiche e coerenti con obiettivi di sviluppo di competenze professionali e di competenze–chiave consentirà al partecipante, al rientro, un riscontro più preciso delle ricadute progettuali

DURANTE LA PERMANENZA ALL’ESTERO l’andamento dell’esperienza verrà monitorato settimanalmente sia dall’ente di accoglienza, in collaborazione con l’azienda ospitante, sia dal coordinatore tecnico in collaborazione con i docenti referenti scolastici, tramite un monitoraggio online.

AL RIENTRO, è prevista la ricostruzione dell’esperienza, la condivisione tra pari, e la fase conclusiva di valutazione-autovalutazione a completamento del Progetto Formativo.

Il progetto è coordinato da FORTES Impresa sociale di Vicenza - http://www.fortes.it/

 


Documenti scaricabili

 

2019-2020

Bando

Scheda candidatura